Il museo

Il museo laboratorio della mente

Il Museo Laboratorio della Mente della ASL Roma 1 nasce dalla collaborazione con Studio Azzurro e si presenta come un museo di narrazione che si pone l’obiettivo di documentare la storia dell’istituzione manicomiale e di avviare una riflessione attorno al tema della diversità e dell’esclusione sociale. Il percorso occupa il piano terra del VI padiglione dell’ex manicomio di Roma di Santa Maria della Pietà, l’idea che lo anima è quella di costruire un contesto che permetta al visitatore di riflettere sui concetti di normalità e devianza, sul sé e sull’altro da sé; un contesto che dia al visitatore la possibilità di sviluppare empatia verso le condizioni di sofferenza e apprendere quel che era un manicomio e quali fossero i meccanismi di segregazione ed esclusione sociale che vi si attuavano. Oltre alle opere di Studio Azzurro il museo raccoglie le collezioni scientifiche e i reperti storici appartenenti all’ex manicomio, dalle dotazioni della farmacia alle strumentazioni medico sanitarie e di ricerca scientifica, le collezioni di arte irregolare costituitesi nel corso degli anni ’80 e ’90.

Visita

Eventi in corso

Dal 5 al 31 ottobre 2018

Nel corpo della città

Percorsi di inclusione sociale e trasformazioni urbane
Mostra diffusa di Gea Casolaro

La mostra attraverso lo sguardo poetico dell’arte contemporanea percorre alcuni spazi significativi per la storia sociale della città di Roma: il Villaggio Olimpico e le strutture delle Olimpiadi del 1960, l’ex Ospedale Psichiatrico Santa Maria della Pietà e l’Ospedale Santo Spirito in Saxia. Questi spazi seppur differenti tra loro hanno la caratteristica di essere stati pianificati appositamente per accogliere specifiche comunità che al loro interno hanno condiviso pratiche e condizioni di vita.

Le testimonianze dell’ex manicomio di Santa Maria della Pietà sono raccolte presso il Museo Laboratorio della Mente e la Biblioteca Cencelli, che, insieme alla Biblioteca Lancisiana, con i suoi documenti relativi al Santo Spirito in Saxia, sono oggi parte della ASL Roma 1.

Per quello che riguarda le Olimpiadi e i luoghi dello sport un fondamentale centro di documentazione è costituito dalla Biblioteca Sportiva Nazionale del Coni, mentre la ricerca sulle connessioni tra questi spazi e un più ampio ambito cittadino ha come riferimento la Biblioteca Romana dell’Archivio Storico Capitolino, afferente alla Sovrintendenza Capitolina di Roma Capitale.

Nel corso di otto mesi Gea Casolaro ha lavorato esplorando archivi, depositi, cataloghi e raccolte di questi spazi, alla ricerca di connessioni poetiche. Il suo lavoro rivela un inaspettato legame tra le forme di oggetti e documenti che svela altre possibili interpretazioni della storia. La mostra avrà luogo contemporaneamente in tre sedi, alla proiezione dell’opera di Gea Casolaro, espressamente realizzata per questo progetto, si accompagnerà un’esposizione di opere, testi e materiali di archivio utilizzati dall’artista nel suo lavoro e provenienti dai diversi istituti culturali.
Inoltre nel corso della mostra si terranno tre incontri di approfondimento in cui, in maniera libera e informale, si potrà dialogare con l’artista e alcuni ospiti invitati a portare un loro contributo sul tema: antropologi, architetti, filosofi, giornalisti, sociologi, storici dell’arte, urbanisti.

Il progetto è stato finanziato con la legge regionale 23 Ottobre 2009, n. 26 – Avviso pubblico “La Cultura fa Sistema”.

Un'iniziativa
ASL ROMA1
CONI - SCUOLA DELLO SPORT
ARCHIVIO STORICO CAPITOLINO
ROMA - CAPITALE

Con il patrocinio di
ICOM - International Council of Museums

Gli incontri

5 ottobre 2018, 18.00 - Museo Laboratorio della Mente
Partecipanti: Francesca Gallo, Pietro Montani, Luca La Torre, Caterina Tomeo
11 ottobre 2018, ore 17.30 - Biblioteca Sportiva Nazionale del CONI
Partecipanti: Viviana Gravano, Nicola Rinaldo Porro, Franco Vollaro, Antonio Lombardo
23 ottobre 2018, ore 17.30 - Archivio Storico Capitolino
Partecipanti: Enrico Castelli Gattinara, Carlo Cellamare, Cesare Pietroiusti, Marco Setti, Alessandro Simonicca

Visita

Orari

Da lunedì a sabato ore 9:00 - 17:00

Chiuso domenica e festivi

La biglietteria chiude un'ora prima del museo

CHIUSURE PERIODO NATALIZIO

Il Museo rimarrà chiuso nei seguenti giorni:
- 8 dicembre
- Dal 21 dicembre al 6 gennaio.

Biglietti

Ingresso intero: 7€

Ingresso ridotto: 5€
studenti di ogni ordine e grado

Ingresso gratuito: minori di 12 anni; disabili e accompagnatore; soci ICOM; giornalisti con tessera di riconoscimento valida; dipendenti ASL Roma 1

Visita guidata: 10€
Per gruppi e su prenotazione telefonica da lunedì al venerdì dalle 09.30 alle 13.30
tel. 06 68352927/2807
prenotazioni@museodellamente.it

E’ possibile effettuare il pagamento delle visite guidate anche attraverso bonifico bancario, consegnando copia del bonifico alla reception. E' necessario trasmettere all'Ufficio Prenotazioni almeno otto giorni prima della visita i dati utili per l'emissione della fattura:

IBAN IT 32P 08327 03398 000000001060
intestato a: ASL Roma 1
causale: visita guidata Museo Laboratorio della Mente

Si richiede puntualità per l'orario assegnato alle visite guidate.
Non sono consentite riprese fotografiche e videoregistrazioni se non autorizzate dalla Direzione.

Visita guidata ridotta: 7€
studenti di ogni ordine e grado

Dove siamo

Il Museo Laboratorio della Mente è situato nel Padiglione 6 , Piazza S. Maria della Pietà n. 5 – Roma

Come raggiungerci
Bus ATAC linee: 46-49-546-907-911-913-990-991
Metropolitana Linea A: Fermata Stazione Valle Aurelia + Ferrovia FM3, direzione Viterbo, Fermata Stazione Monte Mario.
Pista ciclabile Valle Aurelia – Santa Maria della Pietà
Nel parco di Santa Maria della Pietà non è consentito l'ingresso di autoveicoli non autorizzati.
Parcheggi gratuiti in Via C. Castiglioni e Via S. Vinci

Calcola il percorso

News

26 e 27 ottobre 2018

Convegno

Musei, memorie e narrazioni per la salute mentale

Venezia – Isola di San Servolo

Il Museo Laboratorio della Mente (Roma) e il Museo del Manicomio di San Servolo (Venezia), nell’ambito di un accordo di collaborazione tra la ASL Roma 1 e San Servolo srl, hanno inteso promuovere, con la Città metropolitana di Venezia, proprietaria dell’isola, un incontro sul tema “Musei, Memorie e Narrazioni per la salute mentale”. Nel paesaggio culturale in cui i due musei operano, l’ex Ospedale Psichiatrico S. Maria della Pietà di Roma e l’ex Ospedale Psichiatrico di San Servolo a Venezia, contribuiscono a trovare e sviluppare, con e per la cittadinanza, un nuovo modo di leggere e di percepire il disagio psichico proponendosi come mediatori e interpreti di un rinnovato senso di comunità che trova proprio nell’istituzione museale un punto di riferimento, un attivatore di processi educativi percorrendo ambiti complessi con il prezioso ausilio di biblioteche/archivi della psichiatria italiana e di dispositivi artistico-narrativi. Da qui il valore della “documentabilità” che si manifesta, con tratti inediti, attraverso snodi dove si incrociano i flussi delle persone, delle generazioni, delle idee e delle diverse esperienze italiane ed europee nel campo della promozione e della cura della salute mentale.

Il Convegno è patrocinato da ICOM Italia ed è inserito nell’attività dell’ Anno Europeo del Patrimonio Culturale (MIBAC).

Per saperne di più

Contatti

Museo

Tel. 06 68352858

Email: museodellamente@aslroma1.it

Ufficio prenotazioni

Tel. 06 68352927

Fax. 06 68352923

Email: prenotazioni@museodellamente.it